Web Master

+39 348 8579 299

Email

info@bfdacademy.com

Rispondiamo in questi orari

Lun-Ven ore 10 - 12.30 / 15 - 18

Condividi

Sci e Visione BFD
Dottoressa Flaminia Caniggia
Dottor Claude Altieri

Analisi tecnica.

Lo sci é uno sport peculiare in cui il gesto tecnico espresso dagli atleti nelle varie discipline è molto complesso e coinvolge tutti i segmenti corporei. Gli arti inferiori sopportano la maggior parte delle forze prodottesi durante la discesa, mentre il tronco e gli arti superiori agiscono compensando i movimenti degli arti inferiori mantenendo sempre l’atleta in condizione di equilibrio dinamico. Il raggio di curva con la tecnica carving è in funzione:

• delle variabili di sciancratura (differenza tra larghezza della spatola del centro e della coda)
• l’angolo di presa di spigolo (angolo di incidenza lamina dello sci e manto nevoso)
• la flessibilità dello sci.

Più lo sci è sciancrato, maggiormente deve flettersi per mantenere il contatto con la neve, quindi il raggio di curva è più piccolo. In fase di curva il carico è abbastanza simile su entrambi gli sci verso la linea di massima pendenza e raggiunge il massimo una volta oltrepassata. Il carico rimane comunque maggiore sullo sci esterno. In questa sciata dunque la gamba interna è co-caricata. Il movimento del femore è al centro dell’azione sciistica e l’azione di rotazione dei femori sotto al tronco deve avvenire con il corpo che prende perpendicolarità rispetto al pendio, per esprimere al massimo la sua articolarità.

Analisi biomeccanica
C’è una cosa che poche persone prendono in considerazione, anche perchè non visibile ai nostri occhi; è la massa viscerale e in particolare quella dell’intestino, composta dall’80% di acqua. Questo deve essere assolutamente mantenuto, specialmente nei salti, in modo da non creare uno squilibrio posturo-cinetico e non interferire con gli APA1 fondamentali in questo sport. Questo sarà il ruolo dei muscoli trasversali dell’addome, del diaframma e del pavimento pelvico.

Nell’arto inferiore, sul piano sagitale, l’azione combinata del ginocchio/anca sarà controllata dai quadricipiti durante la sua contrazione di tipo eccentrico per il ginocchio e dal muscolo iliaco nella sua contrazione concentrica per l’anca. In termini di rotazioni, i fianchi e il tronco devono essere praticamente uniti e stabili sopra gli sci, la caviglia è bloccata nella scarpa

Sul piano anatomico
La fascia trasversale, la fascia iliaca e la fascia lata sono tutte e tre in continuità a livello del legamento inguinale. Ora la fascia tranversalis copre la parte interna del muscolo trasversale dell’addome e quindi a contatto con MV2, la fascia lata viene inserita nella sua parte inferiore sulla tibia e la fascia iliaca che copre il tendine del muscolo ileo-psoas trova la sua inserzione inferiore sul piccolo trocantere femorale.

Come abbiamo detto sopra, se la massa viscerale non viene contenuta abbastanza, sarà in grado di agire sulle tre fasce e venire a disturbare l’anca e il ginocchio in primis e indirettamente sull’assetto di tutto l’arto inferiore, ma anche sulle articolazioni sacro-iliache e colonna vertebrale lombare.
Inizialmente questi problemi possono essere compensati, ma a lungo termine diventeranno disfunzioni e possono predisporre lo sportivo a lesioni organiche del menisco o dei legamenti.

Il ruolo dell’osteopata nello staff di una squadra di sci sarà ovviamente quello di normalizzare tutte queste disfunzioni, sia viscerali che biomeccaniche. Se si riproducono troppo spesso, sarà necessario, in collaborazione con il fisioterapista e il preparatore atletico, riformattare i diagrammi motori affinché lo sciatore sia in grado di funzionare normalmente in circuiti aperti (feed-forward).

  1. APA = Aggiustamenti Posturali Anticipatori
  2. MV = Massa Viscerale Flaminia Caniggia : Laureata in Scienze Motorie, Laureata in fisioterapia, Osteopata BFD, Preparatore atletico e fisioterapista della Nazionale di sci femminile da 1994 a 1998. (Roma/Italia) Claude Altieri : Laureato in fisioterapia, osteopata, ideatore della BFD (Nizza/Francia)
Total Page Visits: 346 - Today Page Visits: 1

1 commento

  1. Sci e Visione BFD
    Dott.ssa Flaminia Caniggia Dott. Claude Altieri

    Analisi tecnica
    Lo sci é uno sport peculiare in cui il gesto tecnico espresso dagli atleti nelle varie discipline è molto complesso e coinvolge tutti i segmenti corporei. Gli arti inferiori sopportano la maggior parte delle forze prodottesi durante la discesa, mentre il tronco e gli arti superiori agiscono compensando i movimenti degli arti inferiori mantenendo sempre l’atleta in condizione di equilibrio dinamico. Il raggio di curva con la tecnica carving è in funzione:

    • delle variabili di sciancratura (differenza tra larghezza della spatola del centro e della coda)
    • l’angolo di presa di spigolo (angolo di incidenza lamina dello sci e manto nevoso)
    • la flessibilità dello sci.

    Più lo sci è sciancrato, maggiormente deve flettersi per mantenere il contatto con la neve, quindi il raggio di curva è più piccolo. In fase di curva il carico è abbastanza simile su entrambi gli sci verso la linea di massima pendenza e raggiunge il massimo una volta oltrepassata. Il carico rimane comunque maggiore sullo sci esterno. In questa sciata dunque la gamba interna è co-caricata. Il movimento del femore è al centro dell’azione sciistica e l’azione di rotazione dei femori sotto al tronco deve avvenire con il corpo che prende perpendicolarità rispetto al pendio, per esprimere al massimo la sua articolarità.

    Analisi biomeccanica
    C’è una cosa che poche persone prendono in considerazione, anche perchè non visibile ai nostri occhi; è la massa viscerale e in particolare quella dell’intestino, composta dall’80% di acqua. Questo deve essere assolutamente mantenuto, specialmente nei salti, in modo da non creare uno squilibrio posturo-cinetico e non interferire con gli APA1 fondamentali in questo sport. Questo sarà il ruolo dei muscoli trasversali dell’addome, del diaframma e del pavimento pelvico.

    Nell’arto inferiore, sul piano sagitale, l’azione combinata del ginocchio/anca sarà controllata dai quadricipiti durante la sua contrazione di tipo eccentrico per il ginocchio e dal muscolo iliaco nella sua contrazione concentrica per l’anca. In termini di rotazioni, i fianchi e il tronco devono essere praticamente uniti e stabili sopra gli sci, la caviglia è bloccata nella scarpa

    Sul piano anatomico
    La fascia trasversale, la fascia iliaca e la fascia lata sono tutte e tre in continuità a livello del legamento inguinale. Ora la fascia tranversalis copre la parte interna del muscolo trasversale dell’addome e quindi a contatto con MV2, la fascia lata viene inserita nella sua parte inferiore sulla tibia e la fascia iliaca che copre il tendine del muscolo ileo-psoas trova la sua inserzione inferiore sul piccolo trocantere femorale.

    Come abbiamo detto sopra, se la massa viscerale non viene contenuta abbastanza, sarà in grado di agire sulle tre fasce e venire a disturbare l’anca e il ginocchio in primis e indirettamente sull’assetto di tutto l’arto inferiore, ma anche sulle articolazioni sacro-iliache e colonna vertebrale lombare.
    Inizialmente questi problemi possono essere compensati, ma a lungo termine diventeranno disfunzioni e possono predisporre lo sportivo a lesioni organiche del menisco o dei legamenti.

    Il ruolo dell’osteopata nello staff di una squadra di sci sarà ovviamente quello di normalizzare tutte queste disfunzioni, sia viscerali che biomeccaniche. Se si riproducono troppo spesso, sarà necessario, in collaborazione con il fisioterapista e il preparatore atletico, riformattare i diagrammi motori affinché lo sciatore sia in grado di funzionare normalmente in circuiti aperti (feed-forward).

    1. APA = Aggiustamenti Posturali Anticipatori
    2. MV = Massa Viscerale

    Flaminia Caniggia : Laureata in Scienze Motorie, Laureata in fisioterapia, Osteopata BFD, Preparatore atletico e fisioterapista della Nazionale di sci femminile da 1994 a 1998. (Roma/Italia)

    Claude Altieri : Laureato in fisioterapia, osteopata, ideatore della BFD (Nizza/Francia)

Lascia un commento

ArabicDutchEnglishFrenchGermanItalianLatinRussianSlovenianSpanishSwedishUkrainian