Diretto DR Altieri Claude

+39 388 1627 127

Email

altieri.claude@bfdacademy.com

Rispondiamo in questi orari

Lun-Ven ore 10 - 12.30 / 15 - 18

Condividi
ArabicDutchEnglishFrenchGermanItalianLatinRussianSlovenianSpanishSwedishUkrainian

La Biomeccanica Funzionale non è altro che la fisiologia articolare descritta dall’illustre A.I. Kapandji.

In essa i movimenti sono descritti e analizzati nei vari piani dello spazio, intorno ad assi precisi, passando per centri di rotazione ben definiti (il centro di rotazione è denominato CIR, attraverso il quale si analizzano gli spostamenti responsabili dello spostamento di quest’ultimo).


La Biomeccanica Funzionale Dinamica ®


Al termine di ‘ biomeccanica ’ abbiamo aggiunto l’aggettivo « dinamica », perché nei movimenti descritti dalla fisiologia classica, il CIR cambia posizione e di conseguenza anche gli assi e la biodinamica.

Il « test di flessione passiva del ginocchio »
Ideato da Claude Altiéri, nasce nel 2003 con la scoperta del «test di flessione passiva del ginocchio», e poi da una continua evoluzione.
Questa evoluzione è frutto di un ragionamento sistemico e d’una pratica in studio da 30 anni, che portano ad una valutazione e, di conseguenza, ad un trattamento assai lontano dall’analisi praticata ad esempio dal terapista manuale e dal fisioterapista.
Le relazioni intra e inter-sistemiche, attraverso la valutazione di ogni singolo caso e paziente, permettono di arrivare ad uno schema disfunzionale chiaro e preciso che, oltretutto, rende la pratica facile e porta sempre ad un risultato soddisfacente per il paziente. In particolare, l’attenzione viene data al ‘sistema viscerale’, le cui problematiche si ripercuotono sul sistema osteo-muscolo-scheletrico e che ancora una volta abbiamo codificato attraverso dei tests che rendono l’approccio non «operatore-dipendente». Un vero ragionamento logico e matematico.

‘ La mano va dove la mente conosce ’, la mano guida l’azione, ma soltanto tramite il ragionamento che dirige quest’ultima, con obiettivo principale il benessere del paziente e la soddisfazione dell’operatore.

In questa metodologia vengono integrati anche elementi di deficienza neuro-integrativa e vengono presi in considerazione anche problemi psico-biofisici (il terzo cerchio) chiamati da alcuni “energetici” o disturbi psico-sociali” , che sono altri sistemi da vedere e analizzare a livello sistemico, poiché influenzano il soma.

Sono tutte queste le importanti interconnessioni che vi invitiamo a scoprire e che vi daranno, non solo il Sapere ,
ma soprattutto il Sapere Fare che spesso manca ad alcuni.

Allora ci vediamo presto.
DR Altieri Claude

Total Page Visits: 213 - Today Page Visits: 1
ArabicDutchEnglishFrenchGermanItalianLatinRussianSlovenianSpanishSwedishUkrainian